Amaro Lagrimar

XXII

To Christ

Aprasi il Ciel, e di Sue grazie tante
Veggio oggi nel pensier sotto la mano
Quando quell'empio tradimento aperse
Felice giorno, a noi festo e giocondo
Quando di sangue tinte in cima al monte
Quando la croce al Signor mio coverse
Il buon Pastor con opre e voci
Quando in se stesso il pensier nostro riede
Parea pi certa prova al manco lato
Chiari raggi d'amor, scintille accese
Le braccia aprendo in croce, e l'alme e pure
Vanno i pensier talor carghi di vera
L'invitto Re del Ciel, sol d'amor vero
Veggio in croce il Signor nudo e disteso
Questo vr noi maraviglioso effetto
Quanta gioia, tu segno e stella ardente
Quando 'l Signor, ne l'orto al Padre volto
Dimmi, Lume del mondo e chiare onore
Quand'io riguardo il mio si grave errore
Veggio in mezzo del mondo oggi fulgente
Felice il cieco nato a cui s'aperse
Qui non il loco umil, ne le pietose
Non si scusa il mio cor quand'ei T'offende
Quando con la bilancia eterna e vera
Mentre che l'uon mortal, freddo ed exangue
Scorgean gli spirti eletti sempre in Cielo
Penso ch'in Ciel con puri e lieti canti

Home
Contact Ellen Moody.
Pagemaster: Jim Moody.
Page Last Updated 9 January 2003